Failed to execute CGI : Win32 Error Code = 2
   SS 456 - Il Turchino     

Eccoci in cima al Turchino Come sui Giovi, nella SS456 del Turchino si corre una cronoscalata... e un motivo c'è: si tratta di un percorso misto comprendente un gran numero di tipi di curve, con tratti veloci molto adatti alle moto, e infatti non è inusuale incrociare qualche centauro a velocità warp.

Purtroppo, a metà strada è crollata una frana, e secondo gli operai con cui ho parlato, occorrerà addirittura un anno per ripristinare la viabilità. Nel frattempo la strada è bloccata, come potete vedere in questa foto.
Un modo per dribblare la frana c'è, ma è illegale, perchè comporta la violazione di domicilio, pertanto non fatelo, anche se molti non se ne curano e ignorano i divieti.

L'ingresso del valico segreto Prima dell'interruzione, c'è un cancello che chiude una strada PRIVATA, in foto a destra: questa è la porta del "Jolly". Come potete vedere, oltre ai vari cartelli c'è anche una catena munita di due lucchetti atta a scoraggiare gli intrusi. Ciononostante, pare che TUTTI se ne infischino, polizia, operai e passanti: basta trovare qualcuno che tenga su la catena e con una macchina che non sia una Multipla si passa. Ripeto, non fatelo: è vietato.

Proseguendo (illegalmente) per la strada imboccata, si giunge in un tratto sterrato, ma molto liscio e percorribile anche con un assetto sportivo. Dopo un po' si sbuca appena oltre la frana, vicino ad una chiesetta, e si può proseguire il percorso.

tornantone Ma torniamo a noi. La prima curva veramente bella è questo tornantone a sinistra: la sede stradale è molto larga, e si può disegnare una bella traiettoria. La curva è anche lievemente sopraelevata, il che aumenta il suo fascino. Mi raccomando, rispettate il limite di velocità!!!!!

Tratto veloce Successivamente, dopo qualche altra curva, c'è questo bel tratto veloce in foto a destra, ma purtroppo non garantisce una gran visibilità e pertanto richiede una certa attenzione.

Anche qui troviamo qualche bella chicane, ma questa non è la specialità del Turchino, il cui pezzo forte è costituito dai lunghi curvoni da seconda piena-terza, come questo, e dai tornantoni, come quello in foto qui sotto a sinistra, che si possono percorrere in maniera molto pulita senza spostare le mani dal volante, oppure in maniera molto sporca,tornantone! divertendosi a gestire dei bei sovrasterzi... Arrivati in cima, c'è un bar-ristorante usualmente preso d'assalto dai ciclisti esausti per la salita appena terminata. Potete proseguire imboccando la galleria verso Masone, oppure potete girare a sinistra per il Faiallo, la cui strada è molto più stretta di quella del Turchino e non permette grandi numeri, ma ha il grosso pregio di essere una delle prime ad innevarsi d'inverno... allora prende senso di colpo: ruote strette, auto da buttare e coltello fra i denti. Qui troverete gli emuli dei rallysti scandinavi!!!